Raccolta delle batterie esauste

Lo smaltimento metallurgico delle batterie al piombo esauste, mediante il recupero del metallo in esse contenuto, presenta notevoli vantaggi per la collettività, sia in termini economici sia ambientali.  el caso in cui le batterie non venissero riciclate e recuperate, lo smaltimento richiederebbe l’abbancamento in discariche idonee a ricevere rifiuti tossici-nocivi. Soluzione, questa, oltremodo onerosa e dannosa per l’ambiente, sia per i costi della discarica, sia per il mancato recupero e valorizzazione del metallo piombo (Pb) e di alcune componenti plastiche. L’importanza di un corretto riciclo è confermata dai numeri: in Italia il metallo riciclato dalle batterie esauste rappresenta oltre il 50% della produzione di piombo, nonché circa il 40% del fabbisogno nazionale di tale metallo.

Quindi le batterie inservibili dei veicoli non devono essere abbandonate a fianco dei cassonetti, ma conferite presso la Piattaforma Ecologica di Broni.

La Società si occupa del ritiro, il riciclo è a cura di COBAT (Consorzio Nazionale Batterie).

batteria