Storia della società

societaBroni Stradella S.p.A. si è costituita nel 1994, diventando operativa nel 1996, per volontà espressa dalla maggioranza dei Comuni dell’allora Consorzio Intercomunale per lo Sviluppo del Comprensorio Broni Stradella in ottemperanza alle disposizioni della legge 142/90 che imponeva la trasformazione dei Consorzi in Aziende Speciali o in Società per Azioni.

Nel 1996 il Consorzio Intercomunale per lo Sviluppo del Comprensorio Broni Stradella ha trasferito a Broni-Stradella S.p.A. le proprie attività di servizi, le reti di collettamento e fognatura, gli impianti di depurazione, gli automezzi e gli altri beni patrimoniali, consentendole quindi il concreto avvio dell’operatività.

Con il 1999 Broni Stradella S.p.A. si è privatizzata aprendosi al mercato, con una gara “europea” a evidenza pubblica per la ricerca di un socio privato di riferimento e di altri soci privati o pubblici, riferiti sia all’azionariato popolare diffuso, sia ad altre realtà: Imprese, Società, Enti pubblici, Aziende Municipalizzate.

L’apertura al mercato ha apportato nell’immediato un notevole capitale – circa 2.500.000 euro – elemento determinante per lo sviluppo dell’attività della Società senza dover ricorrere al credito.
Socio privato di riferimento: Co.Ge.S.p.i. S.c.r.a.l., società consortile composta da cinque imprese, tre del settore edile, una del settore gas e una del settore ciclo integrato delle acque.
Tra i più importanti soci di provenienza pubblica: le ex Aziende Municipalizzate, ora Società per Azioni, di Pavia e di Voghera

brostraspagasNel 2000 la Società ha assunto il servizio e la gestione delle reti di distribuzione del gas, attraverso una convenzione sottoscritta con il Comune di Stradella in quanto socio di Broni Stradella S.p.A, dopo che il Consiglio di Stato aveva annullato il precedente affidamento da parte del Comune a favore di una società privata (Metano Città del gruppo Italgas).

Successivamente, in applicazione della nuova normativa sulla separazione tra reti di distribuzione e vendita del gas, l’attività di vendita, nell’aprile del 2003, è stata ceduta alla partecipata Broni-Stradella Gas S.r.l., società commerciale, mantenendo la gestione delle reti, degli impianti e del vettoriamento in capo a Broni Stradella S.p.A. quale società affidataria.

Sempre nel 2003 il settore della raccolta rifiuti ha registrato l’acquisizione di una parte del ramo di azienda da Waste Italia, con un incremento del volume di attività, cui ha fatto seguito l’ingresso di nuovi Comuni nel servizio R.S.U.
Sempre in questo settore, sono cresciuti nel tempo gli investimenti in attrezzature moderne, cassonetti e automezzi meccanizzati, cosiddetti mono-operatori, e avviata una forte incentivazione della raccolta differenziata. Sono state realizzate altresì due piattaforme ecologiche, a Broni e a Stradella, per la selezione e il recupero di diverse tipologie di rifiuti (carta, plastica, vetro, ferro, legno, ecc.).

Sul fronte della depurazione la Società ha programmato e realizzato nel tempo interventi rilevanti in Vallescuropasso, in Valle Versa e successivamente in Valle Bardoneggia. Opere complesse di collettamenti fognari intercomunali e di depuratori, assolutamente necessarie nell’ottica della tutela dell’ambiente e della qualità della vita, condizioni primarie per lo sviluppo socioeconomico del territorio.

Nel mese di novembre del 2001 la Società, in accordo con il Comune di Stradella,  ha avviato la gestione della nuova Residenza Sanitaria Assistenziale, in collaborazione con la Cooperativa “Gianni Pietra”. Una scelta i cui risultati, sia in termini di apprezzamento da parte degli utenti, sia per la qualità dei servizi, risultano nel tempo soddisfacenti. In anni recenti, su affidamento del Comune di Ruino, la Broni Stradella S.p.A. ha assunto la gestione della R.S.D. per disabili gravi, accreditata e finanziata da Regione Lombardia.

piscina-broniNel ventaglio delle attività della Società, rispondendo alle esigenze dei Comuni di Broni e di Stradella, è stata ristrutturata la piscina estiva di Stradella ed è stato costruito l’ impianto natatorio di Broni.

Attualmente la società Aquaplanet, della quale Broni-Stradella S.p.A. detiene il 95% del capitale sociale, gestisce la piscina di Broni, mentre la piscina estiva di Stradella, è gestita direttamente dalla Società in collaborazione con Aquaplanet e con la Cooperativa Sociale Rosa dei Venti.

Nel 2011 l’Assemblea di Broni Stradella S.p.A., con il consenso unanime dei soci sia pubblici che privati, ha costituito attraverso scissione di ramo d’azienda la Società Broni Stradella Pubblica S.r.l.
La nuova normativa, in materia di Acqua, prevedeva che le Società consortili ed operative di Pavia Acque S.c.a.r.l. fossero totalmente pubbliche, mentre Broni Stradella S.p.A. era società pubblica-mista avendo al suo interno soci privati. Quindi Broni Stradella S.p.A. ha dovuto trasferire il ramo d’azienda idrico, con il relativo passaggio del personale e delle quote azionarie, a Broni Stradella Pubblica S.r.l che è contemporaneamente diventata socio operativo di Pavia Acque S.c.a.r.l.

Nel 2014, a conclusione del contezioso giudiziario tra Italgas e il Comune di Stradella, le reti e gli impianti del gas nel territorio del Comune di Stradella sono stati ceduti dal Comune stesso a Broni Stradella S.p.A. per il sostegno finanziario ricevuto (rogito notarile sottoscritto nel 2015).
Nel 2015 Broni Stradella S.p.A. ha avviato il processo “sprivatizzazione” con l’uscita di tutti i soci privati dalla compagine sociale.
Con il 2016 la società è diventata totalmente pubblica. I comuni soci si sono impegnati ad affidare i loro servizi, in particolare quelli riguardanti l’Igiene Ambientale, alla Società partecipata sottoscrivendo un contratto di servizio con Broni Stradella S.p.A.

Elenco Soci aggiornato al 5 maggio 2017